lunedì 4 giugno 2012

PREGIUDIZI

Pizzeria Vesuvio della quale MR tesse sfrenati elogi.
Un compatto quartetto di napoletani, ad attendere i clienti sulla soglia dell'ingresso, ride e scherza salutando con accoglienza allegra e dallo spiccato idioma dialettale.
"Prego, prendete un menù, scegliete un tavolo, e quando avete deciso cosa ordinare venite alla cassa. Vi chiamiamo noi appena è pronta la pizza."
"Visto che carino questo posto? E vedessi come sono veloci. Poi la pizza è buonissima e proprio come la fanno a Napoli, con i bordi alti e appena appena bruciacchiati."
"Sì, mi sembra anche economica."
"Costa pochissimo! E questi panni stesi sopra le nostre teste? Uguale a Napoli, come è caratteristica. Manca solo il mare."
"Be', però c'è l'acquario."
"Già! Sei mai stato a Napoli? E' bellissima, assolutamente da vedere."
"No, non ci sono mai stato, e sinceramente avrei un po' paura di essere scippato. Sai... è pieno di napoletani."
"E' notorio che Napoli sia piena di napoletani, ma che vuol dire?"
"Non ho niente contro di loro, solo che da sempre si sente parlar male dell'ambiente napoletano, e questo può portarti al condizionamento."
"Io ci sono stata anche da sola. Una giornata intera, pensa, da sola in giro per Napoli, perfino sotto la metropolitana, ma non mi è successo nulla. C'è un alto tasso di criminalità, questa purtroppo è una dura realtà. Ma del resto possono scipparti ovunque, anche a Parigi. I pregiudizi sono figli della stupidità, e bisogna assolutamente cercare di non cadere nelle trappole che ci tendono... MAI!"

All'uscita della pizzeria.
"Oddio, i miei occhiali, non li trovo!"
"Guarda bene dentro la borsa, nelle tasche laterali."
"No, non ci sono... sono certa di averli poggiati sulla sedia, vado a prenderli."
"Controlla anche alla cassa."
"Scusi, c'erano un paio di occhiali, qui, proprio qui... "
"No, signora, ho appena sparecchiato, ma non ho trovato nessun paio di occhiali."
"Ne è sicura?"
"Guardi lei stessa. Neanche sotto il tavolo c'è nulla."
"E alla cassa?"
"Vediamo... No, signora, mi dispiace tanto!"


Sempre all'uscita della pizzeria.
"Non c'erano... porca vacca, me li hanno rubati, ne sono sicura... li hanno visti e li hanno presi."
"Ma cosa dici! Riguardiamo bene nella borsa." 
"Non ci sono, visto? Torno a chiedere, tu continua a guardare nella borsa, ma tanto non ci sono."
"Sì, ora riguardo per benino."
"Senta, può controllare se sono caduti al di là della cassa?"
"Sì, guardiamo insieme... mi dispiace, qui non c'è niente. Ascolti, facciamo così, mi lasci il suo numero di telefono, se dovessimo trovarli la chiamiamo."
"Ok, grazie!"

Nuovamente all'uscita della pizzeria.
"Nella borsa non ci sono."
"Neanche in pizzeria. Ma dove diavolo possono essere finiti secondo te? Li hanno presi loro, glielo ho letto in faccia. Hanno avuto anche la sfrontatezza di chiedermi il numero di telefono nel caso venissero fuori. E' chiaro che stavano bleffando. Vedrai che in un rigurgito di coscienza, vista anche la mia insistenza, mi chiameranno e me li renderanno. Sì, povera illusa che sono, quale coscienza hanno? Che gente!"
"Calma, calma... che dici! Pensiamo un po' da dove siamo passati prima di entrare in pizzeria. Dunque, in gelateria tenevo in mano tutto io, e ricordo di averteli resi... in libreria... sì, forse li hai dimenticati alla cassa mentre tiravi fuori la tesserina. Sono certo che li hai lasciati lì."
"Ma no, li avevo con me anche dopo, ti sbagli!"
"Mi sbaglierò, ma ora si va a chiedere."


Alla cassa della libreria.
"Buonasera, siamo passati un paio di ore fa, non è che ha trovato degli occhiali da sole che potrei aver lasciato qui?"
"Sono questi?"


I pregiudizi sono figli della stupidità, e non bisogna mai cedere alle loro basse lusinghe.
MR si cosparge il capo di cenere, e quanto prima si recherà nuovamente alla pizzeria Vesuvio della quale continuerà a tessere sfrenati elogi!

8 commenti:

  1. ahahahahaa, impossibile essere immuni dai pregiudizi, l'importante è pentirsene il prima possibile ma, birbante non mi ci hai portato in questa pizzaria, io che adoro la pizza coi bordi alti. Quando ci andiamo????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cosa diciiii!!! l'abbiamo scoperta insieme l'anno scorso in occasione del concerto di chiusura a pizza signoria!

      Elimina
  2. Macché luoghi comuni, è tutto vero! I fiorentini sono polemici e diffidenti, i torinesi falsi e cortesi, i romani sfaticati e cialtroni, i siciliani, ovviamente, mafiosi, i milanesi pensano solo a lavorare. Le donne bolognesi hanno il seno grosso e amano fare sesso, gli uomini meridionali sono focosi, al nord, viceversa, sono freddi. A Bergamo c'è solo la nebbia, i baresi sono arroganti, in calabria non hanno voglia di fare niente, i ciociari sono burini. I napoletani, dulcis in fundo, sanno fare la pizza e ti fanno fesso in un modo che li ammiri per quanto sono geniali. Io stesso ogni giorno esco sul terrazzo e canto "Santa Lucia luntana" accompagnandomi col mandolino e ad ogni pausa mangio un pezzo di pizza fatta da me medesimo di persona, vestito da pazzariello o pulcinella, secondo l'estro. Baci. M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maaaaxxxxx! questo è un fantastico post! io ti ammazzo se continui a farmi sprecare invano argomenti! io sono ciociara, e burinissima! :)))

      Elimina
  3. ahhhhh, è quella? allora ci torniamo durante le prove del concerto in piazza duomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho scritto "pizza" signoria... lapsus ;)

      Elimina
  4. ciao MR ! purtroppo anche io spesso cado in questi tranelli mentali....che brutta cosa :(
    cmq,da me c ' è un premio x te se ti fa piacere !

    RispondiElimina
  5. grazie, silvia. vedrò cosa posso fare, di solito rispondo con un po' di disagio... ma vedremo! un abbraccio a te e a raja ;)

    RispondiElimina