venerdì 12 ottobre 2012

RIPOSO FORZOSO

Da quattro giorni MR è a riposo forzoso, detto anche CIG.
A parte l'afflizione morale alla quale questa sigla induce e trascina, il riposo forzoso si sta caratterizzando per:

- stranezze e fissazioni che ciclicamente ritornano; come i mostri dell'ossessione, e delle possessioni. Un tempo erano il ricamo, l'uncinetto e le maglie lavorate ai ferri; hanno perseguitato MR per reiterati cicli, per poi abbandonarla (definitivamente?), e restituirle la serenità del superamento della dipendenza da filo. Seguirono lo studio e l'ascolto dissennati e feroci di musica e canto lirico. I cicli erano continuativi, e ritardarono l'abbandono che non è mai stato definitivo. Ancora oggi si ripropomgono a fasi alterne. Hanno però lasciato, anche se con una leggera proroga, quello spazio e quella libertà, tanto agognate da una sopraffatta MR, di sentirsi libera e giovane, praticamente adolescente, così trascurate a tempo debito. Questo spiega la sua attuale "freschezza" interiore. Ultimamente si è riaffacciato l'abuso di lettura. Il più regolare e sano dei cicli (ehm), è stato rinvigorito dalla messa in svendita di libri presso una famosa libreria di Firenze. MR ha comprato una dozzina di libri, negli ultimi tre giorni ne ha iniziati cinque e ne ha terminati due; la cosa si sta trasformando in irregolare e insana.

- osservazione divertita delle esasperate espansività di Tremor e Gea che contemplano:
attività ludico-ricreativa nelle lettiere al silicio (dalle sembianze di sale grosso da cucina con scaglie di sali da bagno azzurro oceano), ultima novità della casa;
riposo (non forzoso) tra i dodici libri comprati da MR, sulla tastiera del pc, sullo sterno di MR;
tenace e libero cazzeggio sulle rampe delle scale del condominio, sulla balaustra e sui davanzali delle finestre al settimo piano:
simulazione (poiché entrambi sterilizzati) di rapporti sessuali.

Se si aggiungono allenamenti in piscina e in palestra, qualche imprevisto a tarda ora, e un po' di svago impegnativo, il consuntivo registra un riposo forzoso con allegri sbilanci e entusiasti disavanzi che MR teme rimarranno senza recupero.

8 commenti:

  1. Ti capisco, eppure, nonostante la sottile angoscia che mi pervade, mi rendo conto di essere più rilassato quando sto lontano dalle tensioni che si vivono in teatro e anche, diciamolo pure, dalla maleducazione e dall'arroganza di alcune (per fortuna solo alcune..) persone che popolano il nostro ambiente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente d'accorco con te, max!

      Elimina
  2. Il lavoro fa male alla salute!
    L'ho accertato stamattina perchè l'esame che dovevo fare ha decretato che sono sana come un pesce e che quei disturbi che ho avuto sono dovuti allo stress per lavoro.
    In questi giorni non sto dormendo affatto e mi sento stanca ma sono altrettanto calma e serena, sono le contraddizioni della cig.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che questa cig ha dei risvolti sorprendenti..

      Elimina
  3. Che ne dici di una barzelletta come passatempo..?
    --------------------
    Tra innamorati prima di sposarsi:

    Lei: Ciao!
    Lui: Finalmente! Da quanto tempo aspettavo questo
    momento!
    Lei: Vuoi che vada via?
    Lui: NO! Come ti viene in mente? Solo a pensarci,
    rabbrividisco!
    Lei: Mi ami?
    Lui: Certamente! A tutte le ore del giorno e della
    notte!
    Lei: Mi hai mai tradito?
    Lui: NO! MAI! perché me lo chiedi?
    Lei: Vuoi baciarmi?
    Lui: Sì, ogni volta che ne ho l’occasione!
    Lei: Saresti mai capace di picchiarmi?
    Lui: Sei impazzita? Lo sai come sono io!
    Lei: Posso fidarmi di te?
    Lui: Sì!
    Lei: Tesoro …
    Dopo sette anni di matrimonio: leggere il testo dal basso verso l'alto

    RispondiElimina
  4. siamo nati per rovinarci l'esistenza ;9

    RispondiElimina
  5. Lettura e mici, cara EmRose :-) come antidoti al riposo forzato sono l'ideale, e tu ne puoi disporre nel modo migliore :-) Guarda la cosa sotto questo punto di vista e sembrerà meno gravosa...Gea e Tremor saranno matti di gioa ad averti in casa più spesso: i gatti amano avere a disposizione il loro pubblico preferito che li osservi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gilli, oggi è stato l'ultimo giorno di riposo forzoso. meglio pensarlo come riposo e basta, via! tremor e gea si sono divertiti fin troppo a riempirmi di dispetti. baci

      Elimina